Il cacciatore di libri30/04/2022

"Trema la notte" di Nadia Terranova e "Leggere possedere vendere bruciare" di Antonio Franchini

28 dicembre 1908, ore 5,20: una devastante scossa di terremoto colpisce Reggio Calabria e Messina...

  • 0

28 dicembre 1908, ore 5,20: una devastante scossa di terremoto colpisce Reggio Calabria e Messina che vengono quasi rase al suolo. In "Trema la notte" (Einaudi) Nadia Terranova narra questo fatto storico dal punto di vista di due personaggi di fantasia: Nicola 11 anni che vive a Reggio Calabria e Barbara, 20 anni, che vive a Scaletta Zanclea, ma che il giorno del terremoto si trovava a Messina a casa della nonna. Nicola e Barbara vivono per ragioni diverse in famiglie opprimenti e in modo quasi feroce il terremoto può rappresentare per loro un modo per conquistare la propria libertà, non senza sensi di colpa.

Nella seconda parte parliamo di "Leggere possedere vendere bruciare" di Antonio Franchini (Marsilio). Un libro sui libri, su quello che c'è dietro i libri perché è stato scritto da uno dei grandi editor della narrativa italiana, scopritore di Paolo Giordano e Roberto Saviano, oggi direttore editoriale di Giunti e Bompiani. Franchini intreccia ricordi personali (per esempio il rapporto con il padre), ricordi professionali e aneddoti, per raccontare il proprio rapporto con i libri, ma anche per far luce sul sistema cha va dalla selezione di un "manoscritto", al lavoro sul testo per finire con la vendita.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi