Il cacciatore di libri26/07/2022

"Trema la notte" di Nadia Terranova e "Divorzio di velluto" di Jana Karsaiova

28 dicembre 1908, ore 5,20: una devastante scossa di terremoto colpisce Reggio Calabria e Messina che vengono quasi rase al suolo

  • 0

28 dicembre 1908, ore 5,20: una devastante scossa di terremoto colpisce Reggio Calabria e Messina che vengono quasi rase al suolo. In "Trema la notte" (Einaudi) Nadia Terranova narra questo fatto storico dal punto di vista di due personaggi di fantasia: Nicola 11 anni che vive a Reggio Calabria e Barbara, 20 anni, che vive a Scaletta Zanclea, ma che il giorno del terremoto si trovava a Messina a casa della nonna. Nicola e Barbara vivono per ragioni diverse in famiglie opprimenti e in modo quasi feroce il terremoto può rappresentare per loro un modo per conquistare la propria libertà, non senza sensi di colpa.

Nella seconda parte parliamo di "Divorzio di velluto" (Feltrinelli) di Jana Karsaiova. Un romanzo sulla divisione e la separazione, ma anche sulla ricerca della propria identità. Separazione fra un uomo e una donna che erano stati una coppia, separazione dalla famiglia d'origine e dalla città d'origine, ma anche separazione di un Paese. "Divorzio di velluto" è l'espressione con cui i cechi definivano la divisione della Cecoslovacchia in Repubblica Ceca e Slovacchia, avvenuta nel 1993. Si tratta, dunque, di un romanzo sulla separazione che apparentemente viene gestita con naturalezza, ma che in realtà nasconde strappi dolorosi. L'autrice, nata in Slovacchia, vive da anni in Italia e ha deciso di scrivere il suo primo romanzo in italiano.

Da non perdere

Noi per voi