Il cacciatore di libri22/02/2019

"Noi siamo tempesta" di Michela Murgia e "Joe Lansdale. In fondo è una palude" di Seba Pezzani

  • 0

Ci sono libri scritti per ragazzi che possono piacere anche agli adulti. E' il caso di "Noi siamo tempesta" di Michela Murgia (Salani) teoricamente rivolto ai ragazzi dai 12 anni. In questo volume illustrato e con una grande cura grafica, Murgia ha raccolto una serie di storie vere che dimostrano come l'unione faccia la forza. Parte dal fatto che spesso le storie raccontano le vicende di un eroe solitario, di supereroi facili da ammirare ma impossibili da imitare. Nella maggior parte dei casi, invece, la storia è fatta da chi lavora in squadra e condivide informazioni e percorsi. Si va dall'invenzione di Wikipedia alla battaglia delle Termopili, dalla caduta del muro di Berlino al movimento delle madri di Plaza de Mayo. Si racconta anche la storia di un gruppo di omosessuali che negli anni 30 furono relegati da Mussolini nell'isola di San Domino, ma là paradossalmente trovarono insieme la loro dimensione. "Senza volerlo Mussolini ha creato il primo gay village", dice Michela Murgia.

Nella seconda parte parliamo dello scrittore americano Joe Landsale, scrittore poliedrico (dal crime alla fantascienza) e prolifico. Lo facciamo attraverso il libro "Joe Landsale. In fondo è una palude" (Giulio Perrone Editore) scritto da Seba Pezzani, interprete e traduttore. La premessa di Pezzani è chiara: è stato spinto a scrivere questo libro dall'amicizia che lo lega allo scrittore americano. E così nel libro si fa un ritratto professionale, ma soprattutto personale di Landsale. Si comprende il suo legame fortissimo con il territorio, il Texas orientale, ma si scoprono anche particolari intimi della sua vita come il fatto che è affetto dalla sindrome di Tourette.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi