Il cacciatore di libri13/11/2021

"Sanguina ancora" di Paolo Nori e "Randagi" di Marco Amerighi

"Sanguina ancora" di Paolo Nori (Mondadori) è la storia di una passione...

  • 0

"Sanguina ancora" di Paolo Nori (Mondadori) è la storia di una passione, quella dello stesso autore per Dostoevskij e le sue opere. Una passione scoperta a 15 anni quando lesse per la prima volta "Delitto e castigo" e ne rimase folgorato. Nori, scrittore e traduttore dal russo, ci accompagna così in un viaggio alla scoperta di Dostoevskij e di altri autori fondamentali nella storia della letteratura russa, intrecciando "l'incredibile vita di Fedor" alla sua.

Nella seconda parte parliamo di "Randagi" di Marco Amerighi (Bollati Boringhieri), un romanzo dalla trama caleidoscopica, con diversi personaggi accomunati da una caratteristica: sono tutti nati negli anni 80 e si sentono "randagi", ossia alla ricerca di un posto nel mondo ma anche alla ricerca della propria identità. Il protagonista è Pietro, nato in una famiglia straordinaria, con un fratello, Tommaso, talentuoso, mentre lui è un ragazzo senza qualità. Quasi costretto dal fratello, va a fare l'Erasmus a Madrid e qui incontra Dora, ragazza affascinante, bizzarra, controcorrente, problematica, e Laurent, che nella capitale spagnola si sente libero di esprimere se stesso.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi