Il cacciatore di libri13/07/2019

"La lettera di Gertrud" di Bjorn Larsson e "Magia nera" di Loredana Lipperini

  • 0

Lo scrittore svedese Bjorn Larsson è molto amato dai lettori italiani e lui ricambia quest'amore per il nostro Paese, tanto che parla un corretto italiano. Nel romanzo "La lettera di Gertrud" (Iperborea - traduz. Katia De Marco), racconta la storia di un uomo, Martin Brenner, genetista in carriera, bella famiglia, che alla morte della madre fra una scoperta che lo mette in crisi.

La madre era ebrea sopravvissuta ai lager e glielo aveva tenuto nascosto per paura che le persecuzioni razziali potessero tornare. Martin, uomo di scienza e agnostico, inizia così a interrogarsi su Dio e su cosa sia l'identità ebraica.

Nella seconda parte incontriamo Loredana Lipperini, giornalista e scrittrice, che per anni ha scritto sotto pseudonimo. Ora è in libreria con la raccolta di racconti "Magia nera" (Bompiani) in cui protagoniste sono le donne. Nella vita normale di queste persone improvvisamente accade qualcosa che fa virare nel magico. C'è Cat, la bambina che manda in tilt qualunque oggetto tecnologico. C'è la cinquantenne invisibile per gli altri, disturbata dal rumore di una pizzeria, alla quale arriva in sogno una volpe-demone che risolve parte dei suoi problemi. C'è ancora un'altra donna con un matrimonio stanco che compra in un mercatino due cristalli apparentemente inutili, ma che, come per magia, iniziano a mostrarle cose accadute in sua assenza e cose che avverranno in futuro.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi