Il cacciatore di libri08/02/2020

"La signora del martedì" di Massimo Carlotto e "I bambini di Svevia" di Romina Casagrande

  • 0

Un attore porno al tramonto, Bonamente Fanzago, e un travestito, il signor Alfredo, sono i protagonisti di "La signora del martedì" (e/o), ultimo romanzo di Massimo Carlotto.

Fanzago ha superato i 50, ha avuto un ictus ed è ormai a fine carriera. Per arrotondare da anni fa anche il gigolò e ogni martedì fra le 15 e le 16 riceve una donna misteriosa. Il signor Alfredo è la proprietaria (lei parla di sè sempre al femminile) della pensione "Lisbona" dove Bonamente vive. Il signor Alfredo si prende cura di Fanzago e per questo si troverà in un caso ingarbugliato in cui ci scappa il morto e nel quale interviene anche un misterioso uomo con gli stivali texani che ricorda in tutto e per tutto l'Alligatore, personaggio seriale di Carlotto. Un romanzo che guarda agli esclusi dalla società con indulgenza e grande umanità.

Nella seconda parte incontriamo Romina Casagrande, autrice di "I bambini di Svevia" (Garzanti). Fatti realmente avvenuti di cui si è quasi cancellata memoria. I cosiddetti bambini di Svevia erano i bambini dai 5 ai 14 anni, figli di famiglie povere dell'Alto Adige, che ogni anno venivano mandati a lavorare nelle fattorie della Baviera.

Venivano quasi "venduti" nei mercati del bestiame alle famiglie contadine per poi tornare a casa dopo alcuni mesi. A volte qualcuno non tornava, a volte le bambine tornavano incinte, alcuni venivano ridotti quasi in stato di schiavitù. Un fenomeno iniziato nel '700 e che è andato avanti fino alla metà del '900. Casagrande racconta questi avvenimenti attraverso il personaggio di Edna che, ormai anziana, decide di ripercorrere quella strada con il suo fedele pappagallo Emil per ritrovare Jacob, il bambino che le aveva fatto compagnia in una delle fattorie. Un legame intenso profondo che si era interrotto nel momento in cui lei era scappata e non lo aveva aspettato.

Musiche:
"The gipsy faerie queen" - Marianne Faithfull (citata in "La signora del martedì").

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi