Il cacciatore di libri25/05/2019

"La gabbia dorata" di Camilla Lackberg e "Breve storia amorosa dei vasi comunicanti" di Davide Mosca

  • 0

Torna la scrittrice di gialli svedese più famosa al mondo, Camilla Lackberg. Ha creato la saga thriller ambientata a Fjällbacka, un piccolo paese della Svezia, con protagonisti l'ispettore di polizia Patrik Hedström e la scrittrice Erica Falck. Ora però si è presa una piccola pausa dai suoi personaggi seriali.

In "La gabbia dorata" (Marsilio -traduz. Laura Cangemi) la protagonista è una donna, Faye, che ha abbandonato gli studi per seguire la carriera del marito. Lui, Jack, la umilia quotidianamente, lei appare completamente sottomessa finché un giorno Faye scopre che il marito la tradisce. Lui non fa nulla per mantenere in piedi il matrimonio, anzi la lascia anche con problemi economici. Da qui Faye inizia a pensare a un piano di vendetta che mette in pratica passo dopo passo, pagina dopo pagina. E lentamente il lettore inizia a scoprire anche il passato di Faye, la sua infanzia a Fjällbacka e i suoi segreti. Che non sono pochi...

Nella seconda parte incontriamo Davide Mosca autore del romanzo "Breve storia amorosa dei vasi comunicanti". Remo è un 24enne obeso, il cibo è la sua nevrosi. Margherita ha qualche anno meno di lui, è magrissima e il cibo è la sua frustrazione. Due esseri umani che cercano di guarire le proprie ferite. Si incontrano e ne nasce una storia d'amore diversa dal solito. Fatta di poche parole, ma quelle giuste, fatta di sguardi e di gesti, e soprattutto fatta di comprensione e tenerezza. È un romanzo bello su come gli esseri umani possano essere capaci (per fortuna!) di compassione e comprensione, al di là delle apparenze.

Noi per voi