Il cacciatore di libri06/07/2019

"M - Il figlio del secolo" di Antonio Scurati e il Premio Strega

  • 0

Puntata speciale del Cacciatore di libri dedicata al Premio Strega assegnato il 4 luglio a Roma. Ha trionfato Antonio Scurati con "M - Il figlio del secolo" (Bompiani). Una vittoria che sa di rivincita visto che Scurati era arrivato secondo per due volte: nel 2009 a un solo voto di distanza da Tiziano Scarpa e nel 2014 a cinque voti di distanza da Francesco Piccolo. Stavolta Scurati ha fatto l'assopigliatutto: ha ricevuto 228 preferenze da una giuria di 660 persone (oltre i 400 "Amici della domenica", ossia personalità del mondo della cultura, ci sono 200 voti di persone scelte dagli istituti italiani di cultura all'estero, 40 voti da lettori forti e 20 voti collettivi di biblioteche e università). Ha vinto, dunque, con 101 voti di distanza sul secondo classificato, Benedetta Cibrario con Il rumore del mondo (Mondadori). Seguono Marco Missiroli con Fedeltà (Einaudi), con 91 voti; Claudia Durastanti con La straniera (La nave di Teseo), con 63 voti; e Nadia Terranova con Addio fantasmi (Einaudi), con 47 voti.

"M - Il figlio del secolo" racconta l'ascesa al potere di Mussolini dal '19 al gennaio del '25. Un romanzo corposo, oltre 800 pagine, in cui Scurati racconta con il passo narrativo fatti realmente accaduti e li correda anche con documenti d'epoca (stralci di discorsi o articoli di giornale).
Nella seconda brevi interviste agli altri finalisti del Premio Strega.
Benedetta Cibrario con Il rumore del mondo (Mondadori), Marco Missiroli con Fedeltà (Einaudi), Claudia Durastanti con La straniera (La nave di Teseo) e Nadia Terranova con Addio fantasmi (Einaudi).

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi