Il cacciatore di libri30/10/2021

"La felicità del lupo" di Paolo Cognetti e "Non dimenticarlo mai" di Federica Bosco

Un romanzo sulla voglia di ricominciare e sulla ricerca della felicità...

  • 0

Un romanzo sulla voglia di ricominciare e sulla ricerca della felicità. "La felicità del lupo" di Paolo Cognetti (Einaudi) arriva quattro anni dopo "Le otto montagne", Premio Strega 2017, da cui è stato tratto un film che vedremo nel 2022. Ancora una volta la montagna è una delle protagoniste. Montagna intesa come luogo dell'anima, ma anche come luogo dei desideri. Il protagonista è Fausto, scrittore 40enne, che si rifugia in montagna dopo la fine di una relazione durata dieci anni. Qui fa il cuoco nella locanda di Babette, che a sua volta aveva lasciato la città anni prima, e qui incontra anche Silvia, 27 anni, cameriera, con la quale nasce una storia d'amore.

Nella seconda parte parliamo di "Non dimenticarlo mai" di Federica Bosco (Garzanti). Giulia, 49 anni, è giornalista in una rivista di moda, ha una carriera lanciatissima, è una donna indipendente e autonoma, non ha mai voluto figli. Improvvisamente sente un forte desiderio di diventare madre, ma a 49 anni non è facile. A fatica convince il suo compagno, Massimo, ad avviare il processo per la fecondazione assistita, ma lui è concentrato sulla carriera e su se stesso e la sua presenza diventa altalenante. Anche le amiche non comprendono la scelta di Giulia che, dunque, spesso si ritrova sola in questo percorso faticoso e problematico.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi