Il cacciatore di libri17/07/2021

"I demoni di Berlino" di Fabiano Massimi e "I magnifici idioti" di Stefano Piedimonte

Torna in libreria Fabiano Massimi, l'autore del romanzo di successo "L'angelo di Monaco"...

  • 0

Torna in libreria Fabiano Massimi, l'autore del romanzo di successo "L'angelo di Monaco" in cui raccontava l'intricato caso del presunto suicidio della nipote di Hitler. Nel nuovo romanzo, "I demoni di Berlino" (Longanesi), tornano alcuni dei personaggi di fantasia di "L'angelo di Monaco" e, inevitabilmente, anche alcuni personaggi storici. Siamo in Germania nel 1933. L'ormai ex commissario di polizia Sauer ha lasciato Monaco e vive in incognito a Vienna. Un giorno trova in casa sua l'ispettore Karl Julian che gli chiede di seguirlo a Berlino perché Rosa, la donna di cui Sauer era innamorato, è scomparsa. Rosa si è unita alla Resistenza e si sono perse le sue tracce mentre si stava preparando a compiere un'azione. C'è un solo indizio: una cartolina spedita da Rosa al giornalista più temuto da Hitler con uno strano messaggio: "Scava una fossa e siediti al suo interno".

Nella seconda parte di "I magnifici idioti" di Stefano Piedimonte (Rizzoli). Un romanzo pieno di ironia, spesso amara perché sottolinea le storture della realtà in cui viviamo. I magnifici idioti che danno il titolo al libro sono quattro persone, quattro napoletani, che ricevono dal governo un incarico speciale: salvare il mondo da un pericolo non identificato, una grande sfera luminosa trovata nelle campagne di Morimondo, vicino Milano, che sembra essere un oggetto alieno. Il capo del Copasir decide di ingaggiare Little Princesa (influencer che riceve grandi quantità degli oggetti che promuove, ma non ha un euro per fare la spesa), padre Felipe (prete con la passione per tutti gli oggetti a ricarica usb, compreso un crocefisso luminoso), Nicola a scheggia (abile borseggiatore) e Sasà (camorrista). Cosa dovranno fare i quattro? La missione resta segreta fino all'ultimo minuto. Mentre il presidente della Repubblica, quasi centenario, si ostina a scrivere discorsi ispirandosi ai romanzi che i corazzieri gli hanno letto la sera prima di addormentarsi. Personaggi surreali che, estremizzando, incarnano tipi umani reali.

Da non perdere

Noi per voi