Il cacciatore di libri09/02/2019

"Il censimento dei radical chic" di Giacomo Papi e "Il fuoco e la polvere" di Mauro Garofalo

  • 0

"Il censimento dei radical chic" di Giacomo Papi (Feltrinelli) è un romanzo deliziosamente feroce. Feroce è l'ironia con la quale l'autore descrive un mondo nel quale ci si vergogna di aver studiato, esiste un'Autorità per la semplificazione della lingua italiana, vengono cancellate dal vocabolario le parole difficili, gli intellettuali sono denigrati e vengono addirittura uccisi e il governo organizza un censimento dei radical chic in teoria per proteggerli da queste aggressioni.

Il mondo grottesco descritto da Papi trae spunto dalla realtà, ma naturalmente la estremizza. Una realtà in cui l'ignoranza è considerata una forma di innocenza e il sapere umanistico e scientifico è bistrattato. Al centro del romanzo c'è la figura del primo ministro dell'interno che, pur avendo studiato, si impegna a sembrare ignorante perché, dice, "per comandare, l'intelligenza la devi tenere nascosta". Insomma denigra la cultura per avere il consenso del popolo. Ma l'ironia feroce non risparmia neanche gli intellettuali, quelli che vogliono restare arroccati in una casta e non sono inseriti nella società.

"Il fuoco e la polvere" di Mauro Garofalo (Frassinelli) è un mix fra un romanzo di cappa e spada e un romanzo d'avventura, con atmosfere che ricordano i film western di Sergio Leone. E' ambientato nell'Italia del 1862. Il protagonista è un uomo, soprannominato Capitano Bosco, che è una sorta di Robin Hood e che, dopo aver perso la famiglia, vive in simbiosi con la natura. Insieme ad alcuni compagni d'avventura, cerca di opporsi alla realizzazione della tratta ferroviaria Follonica-Orbetello non perché sia contrario al progresso, ma perché si oppone alla distruzione della civiltà contadina. L'uomo che guida la realizzazione della ferrovia usa infatti la violenza per realizzare il suo progetto, fa distruggere le case dei contadini e il territorio. In tutto questo anche la scintilla dell'amore con una ragazza Elena, che finirà nelle mani del cattivo e che Bosco dovrà salvare.

Da non perdere

Noi per voi