#Autotrasporti19/03/2018

Ponti "a rischio" e trasporti eccezionali al palo

  • 0

Dopo i crolli di Annone Brianza, Castelfidardo e Fossano, i gestori di strade e ponti hanno rallentato se non (in molti casi) stoppato la concessione delle autorizzazioni per il transito dei trasporti eccezionali. Le conseguenze sono pesantissime. Non solo per la logistica ma anche per determinati settori che, in relazione alla mole delle produzioni, devo poter organizzare carichi di particolari dimensioni. Uno di questi è la caldareria, cioè la lavorazione della lamiera per la costruzione di caldaie, recipienti metallici e simili. Ci spiega cosa succede Luca Tosto, presidente di Aipe.

Si susseguono gli appelli del mondo dei trasporti e della logistica al governo che verrà. In ballo, è il refrain, c'è la necessità di rendere il nostro sistema in grado di competere sui mercati internazionali all'interno di scenari sempre più impegnativi. Il presidente della Sezione Veicoli industriali di Unrae, Franco Fenoglio, insiste sulla necessità di uno sforzo comune da parte di tutti gli operatori a favore dello sviluppo della logistica e quindi del paese.

Sostenibilità e digitalizzazione sono le linee guida della logistica del futuro. Una ricerca condotta dall'Osservatorio Contract Logistics della School of Management del Politecnico di Milano ha indagato tra le tendenze delle imprese che hanno intrapreso questa strada. Al nostro microfono il direttore dell'Osservatorio, Damiano Frosi.

Da non perdere

Noi per voi