#Autotrasporti27/08/2018

Crollo del ponte: in porto traffici a rischio, manca un autoporto

  • 0

Per il momento nessuna disdetta ma c'è preoccupazione tra gli operatori logistici e produttivi di Genova e non solo. Sul nodo autostradale e in città la viabilità è spezzata dal ponte crollato e con la ripresa delle attività già forti sono le code. I tempi di accesso alle banchine quindi si dilatano e il rischio è quello che alcune compagnie possano decidere di dirottare altrove le navi. Ne parliamo con Paolo Emilio Signorini, presidente dell'Autorità di Sistema Portuale Mar Ligure Occidentale.
Per gli autotrasportatori si profila un aggravio di costi, stimato in almeno 6 milioni al mese, come dice Maurizio Longo, segretario generale di Trasportounito. In città manca un vero e proprio autoporto. Per far fronte all'emergenza dovrebbe essere ricavato in un'area di Rivalta Scrivia, nel Basso Piemonte, quindi a decine di chilometri di distanza. Di qui le perplessità di molte associazioni.
Per dirottare il traffico pesante diretto in porto su un itinerario riservato, si lavora per costruire una strada all'interno dell'area delle Acciaierie. Sarà pronta entro il 15 settembre. Al nostro microfono Giovanni Battista Poggi, project manager del Comune di Genova.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi