A ruota libera06/03/2022

Pedalando dall'Asia verso l'Europa: Ucraina, Georgia e Turchia

Da Odessa in Ucraina in traghetto fino a Poti in Georgia e da lì pedalando dalle sponde del Mar Nero...

  • 0

Veronica Rizzoli e Leonardo Corradini

Da Odessa in Ucraina in traghetto fino a Poti in Georgia e da lì pedalando dalle sponde del Mar Nero verso le montagne del Caucaso e poi attraversando l'Anatolia da Nord a Sud in Turchia fino ad Antalya, sulla costa mediterranea. Sono appena tornati da un viaggio di 3.600 chilometri e oltre quattro mesi dall'Asia verso l'Europa, #backtothewest, Veronica Rizzoli e Leonardo Corradini blogger di Lifeintravel e cicloviaggiatori di lunga data insieme alla loro cagnolina Nala. La loro automobile è rimasta a Odessa, l'avrebbero dovuta recuperare al ritorno, ma la guerra era già scoppiata. Nel 2019 Vera e Leo avevano già pedalato in Ucraina attraverso i Carpazi settentrionali che dalla Romania entrano nel sud del Paese, passando per il confine oggi tristemente famoso per le colonne di profughi che stanno entrando da Sighetu e arrivando a Uzhorod al confine con la Slovacchia.
A pedalare in Ucraina parecchi anni prima, nel luglio del 1989 il cicloviaggiatore Alberto Fiorin da Leopoli a Kiev quando si chiamava ancora Unione Sovietica, con il primo gruppo ciclistico italiano a entrare in URSS. Insieme all'associazione Ponti di Pace avevano deposto una corona di fiori a Kiev per i pompieri morti durante lo spegnimento della torre di Chernobyl.
Con Pinar Pinzuti di Bikeitalia presentiamo invece la prima Fiera del Cicloturismo che si terrà a Milano il 12 e 13 marzo presso la Fabbbrica del Vapore.

Da non perdere

Noi per voi