A ruota libera27/02/2022

20 anni di Critical Mass in Italia

"Noi non blocchiamo il traffico, noi siamo il traffico"...

  • 0

"Noi non blocchiamo il traffico, noi siamo il traffico". A dirlo per primo è stato Chris Carlsson considerato il fondatore della Critical Mass, movimento ispirato all'ambientalismo urbano nato a San Francisco il 26 settembre 1992 e diffusosi poi in oltre 400 città del mondo dove, con cadenza settimanale, migliaia di ciclisti invadono le strade scampanellando e bloccando il passaggio delle auto. A Milano da 20 anni accade ogni giovedì. Obiettivo: riconquistare lo spazio pubblico, crearne uno diverso dove protagoniste siano le due ruote. Ma cos'è esattamente la Critical Mass: una pedalata gioiosa e spensierata, una aggregazione spontanea di ciclisti un considerati po' aggressivi, una manifestazione per promuovere obiettivi politici, uno strumento di lotta sociale? Quali sono le sue radici e più in generale come nasce e si sviluppa l'anima sovversiva e anarchica della bicicletta, simbolo della modernità a fine ‘800 e poi negli anni anche strumento per sfidare convenzioni, portare avanti battaglie politiche e conquistare diritti, e per questo vietata a più riprese nel corso della sua storia. Ne parliamo con lo storico Stefano Pivato, autore di "Storia sociale della bicicletta", il Mulino e con Davide Branca, uno degli animatori della Critical Mass milanese.
Per l'Itinerario del cuore con Claudio Di Dioniso di Bikelife la strada maestra del parco del Gran Sasso da l'Aquila a Teramo.

Da non perdere

Noi per voi