Reportage09/04/2023

Senza famiglia - di Livia Zancaner

  • 0

Disomogeneità a livello territoriale, mancanza di una banca dati nazionale, assenza di un monitoraggio ex post: sono le maggiori criticità rilevate dagli operatori del settore sulle comunità per minorenni in Italia. Strutture che ospitano bambini e i ragazzi allontanati dalle famiglie: oltre 23mila secondo l'Autorità Garante per l'infanzia e l'Adolescenza. Le linee guida nazionali del Ministero del lavoro risalgono al 2017, ma la competenza è delle regioni e le rette sono pagate dai comuni, con differenze enormi tra territori e strutture. L'Associazione Caf, ad esempio, dal comune di Milano riceve 80 euro al giorno a bambino, ma la spesa reale è di oltre 140 euro: il resto arriva dalla raccolta fondi, che permette ai ragazzi di avere un supporto adeguato e di fare sport, vacanze, gite...in una regione - la Lombardia - in cui sono circa 3000 i giovani ospiti in oltre 800 strutture.

Da non perdere

Noi per voi