24 Mattino - Le interviste27/05/2020

Destra divisa sul 2 giugno

  • 0

"Questa settimana porterò all'attenzione della maggioranza il progetto di riforma, su cui tra l'altro avevamo già trovato un'ottima convergenza poco prima che scoppiasse la pandemia", con queste parole il guardasigilli Alfonso Bonafede ha preannunciato una riforma del CSM che prevede "un nuovo sistema elettorale sottratto alle degenerazioni del correntismo; l'individuazione di meccanismi che garantiscano che i criteri con cui si procede nelle nomine siano ispirati soltanto al merito; la netta separazione tra politica e magistratura con il blocco delle cosiddette porte girevoli". Le parole del Ministro arrivano dopo giorni di vera bufera per la magistratura italiana travolta dal "caso Palamara". Ne parliamo con Andrea Giorgis, sottosegretario di Stato al Ministero della Giustizia.

Si avvicina la data del 2 giugno giorno di festa per tutti gli italiani ma anche giorni di protesta per chi vorrà scendere in piazza contro il governo Conte al seguito del leader della Lega Matteo Salvini che ha scelto proprio la festa della Repubblica per portare in piazza il malcontento della sua gente. Anche Fratelli d'Italia e Forza Italia, gli altri due partiti di centrodestra, sembravano volersi unire in questa piazza di protesta ma nelle ultime ore qualcosa sembra essere cambiato. Ne parliamo con Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia.

Da non perdere

Noi per voi