La disoccupazione diminuisce in 8 regioni europee su 10 | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

La disoccupazione diminuisce in 8 regioni europee su 10

Liguria, Veneto e Lazio: in queste tre regioni italiane nel 2018 la disoccupazione è aumentata rispetto all'anno precedente, mentre in tutte le altre è diminuita - in alcuni casi anche in modo marcato come in Puglia - o nella peggiore delle ipotesi è rimasta stabile.
Secondo i dati Eurostat, la Calabria resta nel paese la regione con la percentuale più alta di disoccupati, il 21,6%, un decimale più della Sicilia e mezzo punto peggio della Campania. Insieme alla Sardegna e alla Puglia figurano tra le 30 regioni europee in cui il tasso di disoccupazione l'anno scorso era più del doppio della media Ue, che è del 6,9 per cento. Ma ci sono alcune differenze: in Puglia il tasso di disoccupazione è diminuito di quasi 3 punti percentuali in un anno, scendendo da quasi il 19 per cento al 16,1 percento. Netto calo anche in Sardegna, di oltre un punto e mezzo percentuale. In generale, la situazione è migliorata in più dell'80% delle regioni europee, ma va detto che i divari restano molto alti: si va dall'1,3% di disoccupazione nella regione di Praga in Repubblica Ceca al 27% della Macedonia occidentale in Grecia. Tutti i numeri, regione per regione, nella sezione Fondi Europei di Infodatablog..
A cura di Giuseppe Chiellino

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast