Revisioni in ritardo, ok ai privati, ma ancora mancano i decreti: sicurezza a rischio | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Revisioni in ritardo, ok ai privati, ma ancora mancano i decreti: sicurezza a rischio

Le gravi carenze di organico che da tempo affliggono gli uffici territoriali della Motorizzazione civile ritardano i tempi di esecuzione delle revisioni dei tir. Significa sicurezza a rischio, tanto più di fronte all'età media dei mezzi pesanti (13 anni e mezzo) tra le più elevate d'Europa. Per porre rimedio a questa situazione l'ultima legge di Bilancio ha introdotto una novità importante: le revisioni cioè potranno essere eseguite anche nelle officine private. E' quanto sollecitavano da tempo le associazioni dell'autotrasporto. Però ancora mancano i decreti attuativi, senza i quali la norma è inefficace. Ne parliamo con Silvio Faggi, segretario generale di Fiap, che è collegato con noi. Buongiorno Faggi.
Torniamo sulla E45, la Orte –Ravenna, la strada che taglia trasversalmente il cuore dell'Italia unendo il Tirreno all'Adriatico. Questa arteria era stata interrotta il 16 gennaio in seguito al sequestro da parte della Procura di Arezzo del viadotto Puleto, ritenuto a rischio crollo. L'infrastruttura, che si trova nel tratto tra Canili e Valsavignone (praticamente al confine tra Toscana ed Emilia Romagna), è stata riaperta dopo quattro settimane ma solo per il traffico leggero. Il transito a tir resta interdetto in attesa degli sviluppi dell'inchiesta. Per il trasporto delle merci significa percorsi allungati e costi maggiorati. Il punto della situazione con l'assessore alle Infrastrutture della Regione Toscana, Vincenzo Ceccarelli.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast