Sempre più tir polacchi sulle strade d'Europa; un catasto per al sicurezza delle strade | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Sempre più tir polacchi sulle strade d'Europa; un catasto per al sicurezza delle strade

Sul mercato internazionale dei trasporti su gomma i paesi del dell'Est Europa, stanno conquistando quote sempre più significative a scapito, chiaramente dei vettori della vecchia Europa.

C'è un dato su tutti che delinea bene i rapporti di forza. Secondo il Ministero dell'ecologia francese, sui tir polacchi viaggia il 17 per cento della merce trasportata lungo le strade d'Europa con un aumento del 4,7 per cento rispetto all'anno precedente. Per quota di mercato seguono i vettori tedeschi con il 15 per cento. Poi i tir spagnoli (11,8 per cento), i francesi (8,6 per cento), quelli della Gran Bretagna (8,3 per cento) e quindi, in sesta posizione, gli italiani con una quota del 6,1 per cento. Commentiamo questi dati con Maurizio Longo, segretario generale di Trasportounito.

Non è un caso quindi che in seguito a questi squilibri che caratterizzano il mondo dell'autotrasporto, in 10 anni, tra il 2009 e il 2018 abbiano chiuso 22.847 imprese artigiane. Sono i dati diffusi dalla Cgia di Mestre; al nostro microfono il coordinatore del Centro Studi, Paolo Zabeo.

Un castasto delle strade e di tutte le infrastrutture viarie è la richiesta avanzata da molto tempo dalla Cna Fita. Di questo e della class action contro i costruttori di mezzi pesanti parliamo con il presidente, Patrizio Ricci.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast