Venti di impresa26/05/2021

Guardiamo lontano: puntare su mercati poco esplorati

  • 0

L'imprenditore che punta a dare un'impronta internazionale al percorso della sua azienda deve saper guardare lontano nel tempo e nello spazio. Ci sono economie emergenti che crescono a ritmi sostenuti, opportunità geograficamente remote ma non per questo impossibili da raggiungere. Questo episodio è dedicato ai mercati del domani (o del dopodomani): ancora poco battuti, ma molto promettenti per il Made in Italy. Non è facile individuare le geografie più interessanti, ma saper giocare d'anticipo - come pionieri - può davvero fare la differenza. Richiede certamente preparazione, curiosità, capacità di formarsi e di informarsi.

Pepe Moder, sempre affiancato da Mariangela Siciliano - Head of Education di Sace - ci accompagna ad approfondire tre contesti che, per ragioni diverse, hanno tutte le carte in regola per assorbire nel prossimo futuro una grande domanda di prodotti provenienti dal nostro Paese: il Vietnam, gli Emirati Arabi Uniti e la Colombia.

Nel corso della puntata ci colleghiamo con Paolo Glisenti - Commissario per l’Italia ad Expo Dubai 2020 - mettendo in luce le grandi opportunità che questo evento, in programma dal 1°ottobre 2021, potrà offrire in termini di creatività, innovazione e possibilità di fare rete alle imprese che vi parteciperanno. Tra queste ci sarà anche Caimi Brevetti, protagonista di una delle nostre case history: Anna Marino ha raccolto la testimonianza di Franco Caimi, AD di questa midcap, eccellenza nel settore del design e dell'arredamento. L'altra esperienza aziendale che ascoltiamo è quella di Luca Morlotti, Managing Director di Ficep Hong Kong, attiva nella produzione di macchinari CNC (controllo numerico computerizzato), che si concentra - sempre al microfono di Anna Marino - sulle peculiarità del mercato Vietnamita.

  • Puntate precedenti

Ascolta anche

Noi per voi