Un luogo, una storia 06/03/2020

Isola d'Elba nel mito di Napoleone

  • 0

Sono trascorsi oltre 200 anni dallo sbarco di Napoleone Bonaparte eppure all'Isola d'Elba le tracce dell'ex Imperatore di Francia sono praticamente ovunque. In primis la bandiera, bianca con una banda rossa sulla quale sono raffigurate tre api dorate. Lo stendardo viene fatto preparare da Napoleone al suo arrivo a Portoferraio, il 4 maggio 1814, e ancora oggi è il simbolo dei circa 33 mila abitanti dell'isola che d'estate diventano oltre centomila. All'Elba Napoleone trascorre 9 mesi di esilio, dal 4 maggio 1814 al 26 febbraio 1815. Poche settimane prima del suo arrivo ha abdicato dal trono di Imperatore di Francia come conseguenza al trattato di Fointainbleau, firmato dalle potenze europee (Russia, Prussia, Austria e Svezia) che lo hanno sconfitto nella battaglia di Lipsia (1813). Il trattato prevede che Napoleone ceda il trono al legittimo re di Francia, Luigi XVIII. In cambio gli alleati gli permettono di conservare il titolo di Imperatore e gli concedono la sovranità sull'Isola d'Elba, che diventa Principato.

  • Puntate precedenti

Noi per voi