Parliamo di lavoro con Inapp14/10/2020

Lavorare con le piattaforme digitali

  • 0

Quello del lavoro attraverso piattaforme digitali è un fenomeno in espansione, al quale si possono ricondurre attività molto differenti tra loro: dal ciclofattorino al data analist, passando per gli affittacamere di AirBnb. Questo tipo di professioni impiega lo 0,5% della popolazione italiana: circa 215mila lavoratori, ai quali vanno aggiunti quelli che usano le piattaforme accanto a un lavoro più tradizionale. Secondo un'indagine condotta da Inapp più del 35% di queste persone non sarebbe in grado di sostenere spese impreviste, testimoniando una fragilità reddituale molto più alta (35,5%) di quella registrata sul totale della popolazione italiana (pari al 22,8%), ma anche rispetto al totale dei soggetti che guadagnano attraverso la Rete (22,5%).
Con l'aiuto di Massimo De Minicis e Manuel Marocco, ricercatori del gruppo di lavoro "Innovazione tecnologica, relazioni industriali e mercato del lavoro" di Inapp facciamo luce su questa realtà, fotografando la situazione attuale, anche dal punto di vista legislativo, e le prospettive future, come quella di utilizzare lo stesso approccio delle piattaforme per tracciare con precisione questi lavoratori e le loro carriere.

  • Puntate precedenti

Ascolta anche

Noi per voi