I lavori di domani 13/01/2021

SPECIALE GREEN EDITION - Lorenzo Pofferi, Interaction Designer sostenibile

  • 0

Lorenzo Pofferi è progettista di Interaction Designer, nasce a Firenze nel 1987. Laureato in Design Industriale con specializzazione in Design del Prodotto presso la facoltà di Architettura di Firenze, dove consegue la laurea trienale nel 2011, successivamente si trasferisce in Olanda (2012) per conseguire la Laurea Magistrale Specialistica in Interaction Design, presso la Delft University of Technology (Delft, Olanda). Attualmente e' docente presso l'istituto universitario Accademia Italiana sempre a Firenze, in cui si occupa di Design e Comunicazione, come prodotto di arredo, comuniazione e grafica web, digitale e nuove tecnologie (Intelligenza Artificiale, Internet of Things). Il focus nella progettazione e' incentrato sulle nuove tecnologie smart ed interattive che permettono nuovi paradigmi d'uso sia nel prodotto che in ambito digitale. Uno dei suoi progetti, ''Habity'' è stato esposto come uno dei migliori progetti accademici della Dutch Design Week 2014 ad Eindhoven. Nel campo del Design si occupa di grafica e visual design, prodotto con il suo studio fondato nel 2018 Aps-a Print Studio, ma anche di progettazione d'interni, operando in architettura con il suo studio associato appena fondato Spadolini&Pofferi Architettura e Design (Firenze) con il partner Arch. Giovanni Spadolini.

App siti e link utili
dezeen.com
designboom.com
design-milk.com
fibaro.com
adafruit.com
Instagram personale: Lorenzopofferidesign
Interiors e Architettura
Sito web Architettura e Design: spadoliniepofferi.it
Studio grafica/branding/visual design:
Aps A print Studio Instagram: Aps_print_studio
Sito Web Aps A print Studio aprintstudio.it

Interaction Designer sostenibile
Designer che si occupa degli aspetti psicologici e percettivi che agiscono sugli utenti e sono parte di un prodotto o di un sistema di prodotti. Utilizza tecnologie interattive o anche nominate ''smart'' per dotare i prodotti di funzioni innovative, creando oggetti che in qualche modo pensano, assistono l' utente nel migliorare la sua condizione. Approccio con metodologia UCD (user centered design) in cui l' utente si trova al centro della progettazione ed e' parte attiva del processo. Conoscenza di Intelligenza Artificiale, Internet of things e tutta la componentistica tecnologica che e' parte della tecnologia interattiva come sensori e programmazione del comportamento di questi. La figura professionale studia anche le interfacce grafiche, ovvero il rapporto uomo-macchina, per riuscire a progettare esperienze d'uso digitali soddisfacenti e prive di errori o preconcetti.

  • Puntate precedenti

Ascolta anche

Noi per voi