I lavori di domani 13/09/2020

Stefania Tarquini, ingegnere spaziale 4.0

  • 0

Stefania Tarquini Ingegnere spaziale 4.0 o Spacecraft Operations Engineer lavora dal 2013 come Spacecraft Operations Engineer In EUMETSAT, l'organizzazione intergovernativa europea per la gestione di satelliti meteorologici (www.eumetsat.int). Classe 1987, a soli 33 anni è stat la più giovane donna italiana con ruoli direttivi nel Metop (Meteorological Operational satellite programm), un rilevante progetto nato dalla collaborazione con l'ESA (l'Agenzia Spaziale Europea) nell'ambito di un ampio programma che coinvolge anche le agenzie americane Noaa e Nasa. Stefania ha contribuito al lancio del satellite Metop-C e ora si occupa di un progetto per terminare la vita operativa del satellite Metop-A senza lasciare detriti spaziali. Laureata al Politecnico di Milano in Ingegneria Spaziale nel 2012, ha frequentato il collegio universitario di merito Camplus Città Studi di Milano. L'anno scorso è stata nominata Cavaliere della Repubblica su iniziativa del presidente Mattarella. Stefania al momento si occupa delle operazioni quotidiane della costellazione di satelliti Metop, facente parte del programma EUMETSAT Polar System (EPS) portato avanti insieme all'agenzia statunitense NOAA, con la quale EUMETSAT collabora con la distribuzione reciproca dei dati agli utenti e lo scambio di strumenti di rilevamento (europei e americani) per l'imbarco sui rispettivi satelliti.Nel 2018 Stefania Tarquini si è occupata di coordinare le attività per il lancio di Metop-C, l'ultimo satellite della costellazione Metop, che monta diversi strumenti per il monitoraggio del clima e applicazioni meteorologiche. Il ruolo ha incluso la gestione delle attività di diversi team e la preparazione per le fasi critiche post-lancio di Launch and Early Operation Phase (LEOP), svolto in collaborazione con l'Agenzia Spaziale Europea, e di Spacecraft In-Orbit Verification (SIOV), dove tutti gli strumenti del satellite vengono accesi per la prima volta e testati in orbita. Adesso Stefania Tarquini lavora anche come project manager per progetto che include test tecnologici sul Metop-A e implementa strategie innovative per terminare la vita operativa in "modo pulito", senza creare detriti spaziali.Nei prossimi anni Stefania Tarquini si occuperà anche della preparazione delle operazioni per i satelliti di EPS-SG, la seconda generazione di satelliti Metop che verrà lanciata a partire dal 2023.

Ingegnere spaziale 4.0
L'ingegnere spaziale 4.0 o Spacecraft Operations Engineer è una figura che si occupa delle operazioni quotidiane di un satellite.
Ci assicuriamo che gli strumenti funzionino, che facciano le operazioni che devono fare e a volte facciamo anche delle attività speciali. Mandiamo comandi al satellite dal nostro centro di controllo a Darmstadt, che passano per le antenne che abbiamo nelle isole Svalbard e poi arrivano al satellite a 817km dalla Terra. Il satellite ci rimanda indietro la telemetria, che noi monitoriamo per vedere "come sta il satellite" e assicurarci che sia tutto a posto. In caso di problemi, il satellite ci manda degli allarmi e a quel punto si passa ad una fase di investigazione dove si cerca di capire qual e' il problema e come risolverlo. Dobbiamo conoscere molte discipline: programmazione, ingegneria, fisica e meccanica orbitale. Poi ci occupiamo anche di progettare le operazioni future di satelliti non ancora lanciati o verificare che quello che stanno progettando le aziende e' compatibile col nostro modo di operare i satelliti.

  • Puntate precedenti

Ascolta anche

Noi per voi