I lavori di domani 12/01/2021

SPECIALE GREEN EDITION - Maurizio Orena, la formazione di supertecnici in edilizia sostenibile

  • 0

Maurizio Orena, direttore generale di FONDAZIONE ITS JAC JobsACademy. Completati gli studi in informatica, inizia il suo percorso professionale entrando nei dipartimenti ICT di importanti aziende quali Fininvest e La Rinascente, per poi affrontare un lungo periodo in società di consulenza e servizi, nazionali e internazionali, andando a ricoprire ruoli crescenti sia nell'ambito dello sviluppo commerciale che della delivery. Con l'opportunità di lavorare anche in Russia (Mosca e Ryazan) e negli Stati Uniti d'America (Boston), completando le competenze manageriali in situazioni complesse, spesso caratterizzate da significative ristrutturazioni. Da inizio 2019 è DG della Fondazione Jobs Academy, per formare tecnici d'alta specializzazione in aree tecnologiche strategiche, come sostenibilità e trasformazione digitale. È un'opera, ovvero una realtà strutturata e gestita secondo le logiche di una azienda ma senza scopo di lucro, con scopi di utilità sociale. Lo scopo è promuovere la realizzazione integrale della persona, accompagnandola verso il mondo del lavoro attraverso un'esperienza formativa, educativa, esperienziale. Nata nel 2010, la Fondazione ITS JobsAcademy in provincia di Bergamo attualmente possiede il più alto numero di corsi e di studenti su territorio nazionale, in partnership con più di 3.000 imprese, la Fondazione inserisce i tecnici formati per il 97,2% nel mondo del lavoro prima della fine del percorso di studi. La Fondazione offre inoltre la possibilità di fare un'esperienza all'estero, di potersi avvalere di un dialogo costante con imprenditori e manager, di accedere ai laboratori aziendali e di svolgere stage che occupano il 40% del monte ore complessivo, fino ad arrivare all'assunzione. JobsAcademy sviluppa progetti di ricerca in diverse aree, come innovazione di prodotto, con 5 brevetti depositati, innovazione di processo, con 20 partenariati scientifici, apertura di nuovi mercati, progetti di trasferimento tecnologico, con 5 laboratori, e start up, con 10 realtà create. Ed è partito a fine novembre il corso biennale "Digital Transformation Development" nato dalla collaborazione di JAC Fondazione JobsAcademy con il Gruppo Sme.UP, partner IT che accompagna le aziende nella trasformazione digitale con le soluzioni software e hardware più adatte al loro business. Il corso prevede un limite di età pari a 29 anni compiuti ed è riservato a chi possiede un diploma di quinta superiore. La figura professionale specializzata che uscirà dal corso avrà una visione improntata sulla padronanza delle dinamiche aziendali e della loro trasformazione digitale e sarà in grado di analizzare, progettare e implementare soluzioni informatiche a supporto di tutte le attività, dai sistemi gestionali e ERP all'interconnessione in Cloud di macchinari in ottica Industria 4.0 e Internet of Things. Le competenze acquisite, quindi, saranno sia da analista funzionale che da sviluppatore software.

App siti e link utili
jac-its.com
Per informazioni per il percorso edilizia green corso-edilizia-sostenibile
smeup.com
Per informazioni e per iscriversi al corso "Digital Transformation Development"

Supertecnici specializzati in edilizia sostenibile green
I "super-tecnici" di domani (Sup in Svizzera, Bts in Francia e Fachhochshulen in Germania) sono tecnici d'alta specializzazione in aree tecnologiche strategiche come in sostenibilità e trasformazione digitale in grado di rispondere alle esigenze specifiche delle aziende. Nei prossimi cinque anni - secondo una recente ricerca - in Italia ci sarà bisogno di 150mila super tecnici, che andranno a operare nei settori che gli esperti hanno individuato come strategici per lo sviluppo dell'economia del nostro Paese, per esempio dovranno essere in grado di collaborare e supportare progettisti e imprese di costruzione nel settore dell'edilizia sostenibile. E nei prossimi cinque anni le imprese cercheranno tra i 210 mila e 267 mila lavoratori con specifiche competenze matematiche e informatiche per i lavori digitali sostenibili, infatti il 24% sul totale dei posti di lavoro richiesti saranno nel settore IT. La risposta italiana alle scuole di alta specializzazione tecnologica perciò che da decenni formano in Europa i cosiddetti super tecnici sono gli ITS, Istituti Tecnici Superiori, che rappresentano la prima esperienza nel nostro paese di offerta formativa professionalizzante terziaria (post-diploma) come risposta alla domanda delle imprese. Grazie a un percorso altamente qualificato che mira a trasferire competenze agli studenti, gli ITS sono stati ideati comprendendo la partecipazione di imprese, università, enti di ricerca scientifica e tecnologica, al fine di promuovere l'occupazione nel mondo del lavoro.

  • Puntate precedenti

Noi per voi