I lavori di domani 29/11/2020

Paolo Swuec, crio-microscopista elettronico

  • 0

Paolo Swuec (SVEZ), criomicroscopista elettronico, è il responsabile della facility di crio-microscopia elettronica di Human Technopole. Nato a San Benedetto del Tronto 18 maggio 1987, Swuec è un biochimico specializzato nella caratterizzazione architettonica di bersagli cellulari e molecolari mediante microscopia elettronica. Come responsabile della Cryo-EM facility di Human Technopole si occupa della gestione della strumentazione, della loro operazione e della formazione necessaria per poterla utilizzare. La facility combina tecniche avanzate di microscopia elettronica e ottica per "fotografare" con estrema precisione e dettaglio sia cellule che molecole. Dopo il dottorato di ricerca in biologia strutturale presso il Francis Crick Institute (UK), è entrato a far parte dell'Università degli studi di Milano per creare e gestire il primo laboratorio di crio-microscopia elettronica del Paese. Durante la sua carriera ha dato importanti contributi alla comprensione dei meccanismi proteici coinvolti in diversi processi biologici-chiave come la riparazione e replicazione del DNA, l'integrazione virale e l'editing genetico. Il 7 ottobre 2020 Swuec è stato insignito della Medaglia 2020 della Società Italiana di Biochimica e Biologia Molecolare per aver svolto un "ruolo importante nello sviluppo a livello nazionale dell'analisi di strutture macromolecolari complesse mediante Cryo-EM".

App, link e siti utili
humantechnopole.it
Ricerca di lavoro: Human Technopole Career Portal, Nature Jobs, Linkedin, EMS Job Website, 3DEM and CCPEM Mailing Lists

Em-learning.com
Formazione: Scientific Literature, 3DEM and CCPEM Mailing Lists, Tutorial and Web Courses.

Criomicroscopista elettronico

È specializzato nella caratterizzazione architettonica di bersagli cellulari e molecolari mediante microscopia elettronica. L'osservazione al microscopio è forse tra le attività più iconiche e diffuse dell'universo scientifico. Nel campo delle "Scienze della Vita", cioè le scienze che studiano i vari processi che regolano la vita e la malattia, la microscopia elettronica si è recentemente affermata come tecnica di indagine valida e spesso indispensabile. Con le moderne tecniche di preparazione e visualizzazione infatti, è oggi possibile "fotografare" l'interno di una cellula ad alta risoluzione. Questo permette, come mai prima, di osservare la forma ed il ruolo delle macchine molecolari (ad esempio enzimi, DNA, complessi macroproteici, virus, ecc.) che popolano la cellula ed il suo ambiente. Nello specifico, per poter essere "fotografati", i campioni biologici devono prima essere opportunamente congelati e mantenuti alla temperatura dell'azoto liquido (-175 gradi centigradi). In questo consiste la crio-microscopia elettronica. Il crio-microscopista elettronico per lavorare efficacemente necessita di combinare competenze in biologia, fisica e chimica.

  • Puntate precedenti

Noi per voi