I lavori di domani 20/10/2019

Luca Re Sartù, Tornitore 4.0

  • 0

Luca Re Sartù lavora in un'azienda a Gorla Maggiore, fa parte delle figure tecnico-meccaniche. 20 anni, Marnate, è un tornitore e fresatore. Diplomato all'ITIS Cipriano Facchinetti a Castellanza, con indirizzo meccatronico, grazie a Randstad ha sostenuto un corso intensivo di specializzazione di due mesi presso il CNOS FAP di Arese come programmatore di macchine a controllo numerico su tornio e fresa, con linguaggio ISO. Dopo una prima esperienza come montatore di stampi a iniezione, da gennaio 2019 grazie a Randstad ha trovato lavoro in un'azienda meccanica di Gorla Minore (Va) come supporto per le lavorazioni meccaniche nella produzione di valvole per il settore Oil & Gas. Luca è operaio a bordo macchina su un centro di controllo Mazak, che svolge la duplice funzione di tornitura e fresatura. Una macchina complessa, il cui linguaggio è simile a quello imparato nel percorso di formazione.

TORNITORE 4.0
Il tornitore è tradizionalmente l'operaio specializzato nelle lavorazioni con il tornio, una macchina utensile di largo impiego nel settore industriale.Il tornitore ottiene dal tornio il pezzo desiderato secondo le specifiche contenute nel disegno tecnico preliminare. Monta il materiale (per lo più blocchi di metallo, legno o plastica) sul mandrino, e procede a lavorare i pezzi stabilendo la giusta velocità di rotazione e gli utensili da utilizzare. Le mansioni operative possono variare in base al livello di automazione del tornio. Ma il Tornitore 4.0 ha una marcia in più: si tratta di una figura professionale con competenze specifiche nella meccanica e nel software di programmazione. Sul fronte delle skills deve essere dotata di competenze teoriche, precisione e ottime capacità di programmazione. E deve essere in possesso di una formazione teorico-pratico in disegno meccanico, delle tecnologie di truciolatura e della programmazione CNC di un tornio.

  • Puntate precedenti

Ascolta anche

Noi per voi