Darwin, l'evoluzione della scienza31/07/2020

Primo contatto in Papua e mappatura degli oceani

  • 0

Fino alla metà degli anni ‘30 del secolo scorso i grandi altipiani dell’isola di Papua Nuova Guinea si pensava fossero occupati solo da grandi foreste. Invece si scoprì, nel 1934, che lì vivevano un milione e 700mila persone che non avevano mai incontrato il cosiddetto “uomo bianco”. Tre fratelli australiani, Michael, Jim e Danny Leahy, ebbero l’idea di andare a cercare l’oro nella grande isola che sta a nord dell’Australia. Ecco che avvenne il primo contatto.Questo è il documentario degli anni ‘80, prodotto da due australiani, Bob Connolly e Robin Anderson, nel quale appaiono i filmati che i tre fratelli australiani girarono nei giorni del primo contatto.

Siamo arrivati a mappare un quinto del fondale oceanico. Entro il 2030 verrà mappato tutto. Ad annunciarlo è la Nippon Foundation of Japan e la General Bathymetric Chart of the Oceans (GEBCO) nell’ambito del progetto Seabed 2030 . Un ruolo chiave in questo verrà giocato dalle nuove tecnologie. Andrea Caiti, docente di robotica e sistemi subacquei dell’Università di Pisa, ci racconta quanto sia complessa ma promettente questa operazione di mappatura.

  • Puntate precedenti

Noi per voi