L'altra Europa31/01/2017

Tenacia, fiducia e coraggio: Mary Franzese, un'italiana al Premio Europeo Donne Innovatrici

"Ho trovato determinazione, tenacia e coraggio, soprattutto nelle donne imprenditrici Over 30" a parlare è Mary Franzese...

"Ho trovato determinazione, tenacia e coraggio, soprattutto nelle donne imprenditrici Over 30" a parlare è Mary Franzese, cofondatrice di Neuron Guard e finalista all'Eu Prize for Women Innovators 2017. Non capitava da sei anni che una donna italiana arrivasse in finale. Neuron Guard è una startup innovativa, nata nel 2013 da un'idea di Enrico Giuliani, che sta sviluppando un dispositivo medico per il trattamento di ictus, arresto cardiaco e trauma cranico sul luogo dell'evento. "Il nostro valore aggiunto sta nel fatto che il dispositivo si compone di due parti: un collare e un'unità di controllo. Il collare refrigerante serve per fare ipotermia terapeutica sul luogo dell'evento, ovvero ridurre la temperatura corporea al di sotto dei 37 gradi centigradi, in modo da bloccare la morte dei neuroni. Il collare è collegato a un'unità di controllo esterna che raccoglie tutti i dati e li trasmette all'Emergency Response System, per consentire una continuità di trattamento dal luogo dell'evento all'ospedale. Vorremmo che il nostro dispositivo diventasse un defibrillatore automatico per i danni acuti e che fosse posizionato in tutti i luoghi pubblici, in modo da consentire al personale medico e laico di intervenire prontamente".
"Ciò che mi ha resa finalista prosegue Franzese è l'aver saputo comunicare l'innovazione attraverso diversi canali. Il premio dà molta importanza alla posizione delle donne, al modo in cui le donne decidono di portare avanti le loro idee. Ho avuto la fortuna di incontrare una persona che ha messo al servizio il suo sapere, mi ha arruolata all'interno del suo team e mi ha dato la possibilità di raccontare la nostra storia. Questo è ciò che mi ha portato ad essere l'unica donna italiana finalista da sei anni a questa parte".

Ascolta anche

Noi per voi