I Padrieterni25/10/2017

Lo startupper Andrea Visconti: "Ho scritto una fiaba per insegnare ai miei figli il fallimento"

"L'abbiamo fatto, prima di tutto, perché volevamo raccontare la nostra storia e poi perché volevo educare...

"L'abbiamo fatto, prima di tutto, perché volevamo raccontare la nostra storia e poi perché volevo educare i miei bambini al fatto che la sconfitta non è l'ultima parola e che non si può sempre vincere. Mi sembrava bello farlo con una favola, un linguaggio che potessero comprendere" a parlare è Andrea Visconti, imprenditore torinese e ideatore di Sinba, un'app per pagare nei negozi fisici, saltando la coda alle casse. Un'esperienza conclusasi purtroppo con la chiusura della startup. "In realtà la lezione l'hanno data loro a me -prosegue Visconti ospite de I Padrieterni di Matteo Bussola e Federico Taddia-. Si sfidano sempre tra di loro a chi finisce prima di mangiare, a chi arriva primo alla fine della strada, eppure urlano sempre "Vinto!", anche se magari sono arrivati secondi. Questo perché per loro la vittoria non è arrivare davanti agli altri ma semplicemente arrivare fino in fondo".
"Scrivere la storia è stato molto semplice, ho aperto il computer ed è uscita da sola. Ce l'avevo già dentro ed era una cosa che tenevo a dire ai miei figli e agli altri, per mettere la parola fine a questo ciclo. Ora ci piacerebbe trovare un editore per scrivere un libro per bambini sul fallimento oppure produrre gli altri capitoli di questa fiaba".

Noi per voi