Effetto giorno20/10/2017

Santiago Maldonado l'ultimo desaparecidos scuote l'Argentina

L'ultimo desaparecidos dell'Argentina moderna si chiama Santiago Maldonando, 28 anni, tatuatore che si è stabilito in Patagonia per difendere le terre dei nativi...

  • di Daniele Biacchessi

L'ultimo desaparecidos dell'Argentina moderna si chiama Santiago Maldonando, 28 anni, tatuatore che si è stabilito in Patagonia per difendere le terre dei nativi.
Il 1 agosto scorso partecipa nel villaggio di Cushamen a una manifestazione della comunità Mapuche, che da anni rivendica gli appezzamenti di terreno acquistati dall'imprenditore Luciano Benetton.
Il governo invia la polizia per disperdere i manifestanti.
Gli agenti utilizzano manganelli e proiettili di gomma, costringono i dimostranti alla fuga verso il Rio Chubut.
Sono le ore in cui Santiago svanisce nel nulla.
In Argentina e in tutto il mondo si leva un moto di indignazione che porta una richiesta precisa: dov'è Santiago Maldonado?
Il 18 ottobre i sommozzatori della prefettura navale argentina recuperano un corpo dal fondo del fiume Chubut, in Patagonia.
Il cadavere viene trovato intrecciato con rami d'albero, porta abiti scuri come quelli indossati da Maldonado il giorno della scomparsa.
Permangono numerosi punti da chiarire.
La famiglia di Santiago è convinta che il corpo ritrovato sia stato lasciato nel fiume molto tempo dopo la sua morte.
Se si tratta di Maldonado, come mai il corpo non e' in avanzato stato di decomposizione, quasi 80 giorni dopo la sua morte?
Perche' e' stato trovato a monte, e non a valle, del luogo dove il giovane e' stato visto vivo per l'ultima volta?
Perche' e' stato scoperto, quasi galleggiando nell'acqua, solo nella terza ispezione della stessa area - a meno di 300 metri da dove era avvenuta la protesta mapuche - con sommozzatori e cani addestrati?
Una cosa è certa.
34 anni dopo la fine della dittatura dei generali, con il suo carico di oltre 30mila desaparecidos, pesa ancora sull'Argentina e l'orrore sembra non ancora essere svanito.

Ascolta anche

Noi per voi