Effetto giorno10/07/2018

La rieducazione di Liu Xia è finita

Liu Xia è la moglie del dissidente e premio Nobel per la pace ...

  • di Daniele Biacchessi

Liu Xia è la moglie del dissidente e premio Nobel per la pace Liu Xiaobo, condannato a 11 anni di carcere per "incitamento alla sovversione dei poteri dello Stato" dopo aver ispirato la "Charter 08", il vasto piano di riforme e la fine del Partito comunista unico.
Liu Xia è una poetessa affermata e conosciuta in tutto il mondo.
Eppure il potere di Pechino non ammette altre voci al di fuori di quella del Partito.
Così dopo il prestigioso premio ricevuto dal marito, nel 2010 è finita pure lei agli arresti domiciliari.
Una rieducazione, chiamiamola così, o meglio dire una vera e propria condanna che è proseguita anche dopo la morte di Liu Xiaobo nel luglio 2017.
Negli ultimi mesi le sue condizioni di salute sono peggiorate a causa della stretta sorveglianza poliziesca.
"È più facile morire che vivere", si era lasciata andare nel corso di una telefonata con Liao Yiwu, un amico che vive in Germania.
Per la sua libertà si sono mobilitati scrittori e intellettuali di tutto il mondo.
Oggi la rieducazione sembra finita grazie all'intervento determinante di Angela Merkel.
Liu Xia è attesa in Germania.
Non sappiamo se questa sua seconda vita potrà cancellare gli incubi dei soprusi e della cancellazione di ogni diritto civile e politico.

Ascolta anche

Noi per voi