Effetto giorno10/09/2019

Prove di alleanza Pd M5s per le regionali

L'alleanza tra Partito Democratico e M5s ...

  • di Daniele Biacchessi

L'alleanza tra Partito Democratico e M5s potrebbe non essere limitata al sostegno del nuovo governo a guida Giuseppe Conte.
In più luoghi d'Italia, i due partiti stanno provando mettere in piedi un accordo anche sul piano locale, partendo dalle prossime elezioni regionali.
Pd e M5s sono forze diverse e alternative, ma per entrambi l'avversario comune è la Lega e un banco prova sono le elezioni in due regioni dove il centrosinistra non ha mai perso, l'Umbria e l'Emilia-Romagna.
In Umbria si vota il 27 ottobre, con un anno d'anticipo rispetto alla fine della legislatura dopo il passo indietro di Catiuscia Marini che si è dimessa in seguito alle indagini della procura di Perugia su presunti illeciti nelle assunzioni del sistema sanitario regionale. Dunque il Pd parte assai svantaggiato e la Lega ha già un suo candidato, Donatella Tesei.
Il tessitore di questa tela politica è il commissario umbro del Pd Walter Verini che ha lanciato la candidatura di Andrea Fora, un cattolico che lavora nella cooperazione e che sta allargando l'alleanza a tutto il mondo dei civici, di quell'associazionismo a cui anche il M5s umbro fa riferimento. In Emilia Romagna, in Calabria e in Toscana nel 2020 queste prove di alleanza potrebbero divenire strutturali, a seconda della tenuta del Governo Conte.

Ascolta anche

Noi per voi