15/06/2018

Mondiali. La manita della Russia e il dito di Williams nel giorno di Putin

La festa, la vittoria, il plauso del mondo. ...

  • di Dario Ricci

La festa, la vittoria, il plauso del mondo.

E' la sera della Russia, quella dello stadio Luzhniki, e del suo presidente Vladimir Putin. Tra gli applausi, l'inquilino del Cremlino saluta il mondo e apre ufficialmente i Mondiali. Poi in campo, il sorriso più, grande, a lui e al Paese, lo regalano i ragazzi di Cherchesov: contestati e derisi dai loro stessi tifosi, travolgono l'Arabia Saudita con un roboante 5 a 0, in cui spiccano la doppietta di Cherichev (cambio azzeccato dal tecnico dopo l'infortunio di Dzagoev) e gli assist e la rete su punizione di Golovin, 22enne nel mirino della Juventus. Per il resto, organizzazione impeccabile e show e fairplay sugli spalti, mentre in campo in fuorigioco finisce Robbie Williams, che dopo la splendida esibizione fa un gestaccio in mondovisione. Poca cosa, si dirà , di fronte alla festa dell'orso russo e del suo zar.

Noi per voi