30/08/2016

Maratona Jazz per Amatrice e i territori devastati dal Sisma

La grande maratona di jazz in solidarietà per la ricostruzione de L'Aquila

  • Enza Loddo

La grande maratona di jazz in solidarietà per la ricostruzione de L'Aquila, con oltre 700 artisti e 110 concerti, che l'anno scorso ha visto la presenza di 60mila persone, quest'anno si sposterà a Roma.
Il quattro settembre, infatti, la manifestazione in solidarietà per il sisma che ha colpito Lazio, Umbria e Marche partirà dalla capitale e da venti città italiane per concludersi con un concerto serale a L'Aquila di fronte alla basilica di Collemaggio.
L'iniziativa sostenuta dal ministero dei beni e delle attività culturali - e realizzata da associazione Jazz, Midj musicisti italiani di Jazz e casa del Jazz - prevede un contributo solidale per raccogliere fondi il cui ricavato andrà alla riapertura del cinema teatro Comunale "Giuseppe Garibaldi" di Amatrice; il numero dei partecipanti in continuo aumento e le scosse sismiche hanno reso indispensabile per motivi di sicurezza il trasferimento dell'evento dal capoluogo abruzzese alla capitale d'Italia, dando così un respiro nazionale a una manifestazione che non si limita più al mero sentimentalismo del momento, ma accompagna e sostiene le popolazioni anche diversi anni dopo la terribile catastrofe.
Dalla mattina del quattro settembre, dunque, dalla casa del Jazz a Roma la musica si propagherà per tutto il Paese - con luoghi anche prestigiosi (come un rifugio a tremila metri sul monte Bianco, il mastio Angioino a Napoli e Lampedusa) - fungendo da collettore per abbracciare idealmente tutti i territori e i cittadini colpiti dal sisma.

Noi per voi