Effetto giorno06/07/2016

Le mani della mafia su Expo e Fiera

L'accusa è di quelle da far tremare i polsi: associazione a delinquere finalizzata a favorire gli interessi di Cosa nostra a Milano...

  • di Daniele Biacchessi

L'accusa è di quelle da far tremare i polsi: associazione a delinquere finalizzata a favorire gli interessi di Cosa nostra a Milano. L'inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto Ilda Boccasini, coinvolge al momento undici persone, tutte arrestate dalla Guardia di Finanza, che avevano messo le mani su alcuni lavori di Expo e della Fiera di Milano.

Secondo gli investigatori i clan mafiosi, attraverso loro prestanome e un avvocato, avevano alla fine ottenuto in tre anni 20 milioni di appalti all'ente Fiera di Milano attraverso la società Nolostand.

Quattro padiglioni di Expo 2015 sono ora nel mirino dei magistrati: sono quelli di Francia, Kuwait, Guinea Equatoriale e dello sponsor Birra Porelli. Contestualmente all'ordinanza del gip Maria Cristina Mannocci, è scattato anche un sequestro preventivo di diversi milioni di euro.

Noi per voi