01/07/2016

L'Italia in consiglio di sicurezza dell'Onu per il 2017. Spartirà il seggio con l'Olanda, che le subentrerà nel 2018

"Un onore per l'Italia e un segnale di unità all'Unione Europea". Così il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni...

  • di Marialuisa Pezzali

"Un onore per l'Italia e un segnale di unità all'Unione Europea". Così il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni definisce l'accordo raggiunto tra Italia e Olanda per la spartizione dei due anni di seggio nel consiglio di sicurezza dell'Onu. Per l'ultimo posto rimasto l'Assemblea generale delle Nazioni unite ha eletto l'Italia, che ha promesso di rinunciare alla fine del 2017, permettendo all'Olanda di subentrare per il 2018. I due Paesi hanno promesso di lavorare insieme durante i due anni.

L'accordo ha permesso di superare lo stallo che si era creato per la nomina dell'ultimo Paese dopo l'elezione di Svezia, Kazakistan, Etiopia e Bolivia. Il portavoce Onu, Farhan Haq, ha ricordato che ci sono solo 5 casi precedenti di condivisione del mandato negli anni '50 e '60.

Ascolta anche

Noi per voi