Europa Europa17/04/2019

L'Europa che verrà

L'Europa che verrà" è il titolo che abbiamo dato alla serie dei nostri reportage ...

L'Europa che verrà" è il titolo che abbiamo dato alla serie dei nostri reportage dedicati a partire da questo fine settimana ai luoghi che compongono l'Unione europea. Troppo spesso le persone lamentano di sentire molto le istituzioni e non i luoghi reali che queste rappresentano.

Svezia. Il Mondo nuovo di Greta. Radio24 continua il suo racconto dell'Europa che Verrà, nel paese di Greta, ascoltando una generazione che ha una visione del mondo profondamente innovativa.

Grecia: 10 anni dopo. Le contraddizioni aperte dalla crisi. 10 anni dopo l'inizio della crisi, la Grecia rialza la testa sui dati economici. Il Pil è in crescita, la disoccupazione è in calo. Gli investimenti sono tornati nel Paese e il Paese è tornato a finanziarsi sui mercati internazionali.

Modello Danzica, la sfida della Polonia che guarda all'Europa. A un mese dal voto per il rinnovo del Parlamento europeo, il viaggio di Radio24 verso "l'Europa che verrà" si ferma a Danzica, città del Baltico dove la Storia si ostina a far tappa. Nel 1980 proprio nella città del nord della Polonia il regime comunista conobbe la prima crepa, con il riconoscimento del primo sindacato autonomo nell'est Europa. Nei primi giorni di quest'anno a Danzica è stato accoltellato a morte il sindaco europeista Pawel Adamowicz, da uno squilibrato, un lupo solitario di quelli che però fiutano il sangue nella direzione del vento. Abbiamo incontrato Magdalena Adamowicz, moglie del sindaco ucciso, e Aleksandra Dulckiewicz, la sindaca che ha preso le redini della città. Per parlare di parole d'odio, di giustizia, e dell'Europa che verrà.

L'Europa che verrà. Slovacchia, dagli scandali alla partecipazione. Bratislava - Più trasparenza, più partecipazione, più Europa. Un anno dopo il delitto del giornalista Jan Kuciak, che indagava sulle frodi sui fondi comunitari nell'agricoltura, dopo le proteste, è nelle urne che la Slovacchia manda il suo messaggio, innanzitutto al blocco di Visegrad: "i populisti si possono battere", è il primo commento della neopresidente Zuzana Caputova, che nella sua storia di ambientalista e difensore delle minoranze incarna la voce di un Paese giovane, con un economia in crescita e una voglia di cambiamento e riscatto. Da qui parte il racconto del nostro reportage.

Ascolta anche

Noi per voi