Europa Europa19/12/2016

Contro Copertina - Aea, Europa ancora lontana da trasporto sostenibile. Ma le soluzioni devono partire dal basso

Altri numeri, altri dati europei sull'ambiente e l'inquinamento. I trasporti in Europa continueranno a mettere sotto pressione...

  • di Anna Marino

Altri numeri, altri dati europei sull'ambiente e l'inquinamento. I trasporti in Europa continueranno a mettere sotto pressione l'ambiente con smog, traffico e rumore, e il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità a lungo termine richiederà quindi ancora sforzi notevoli. Ciò su cui si deve spingere sono l'innovazione e un cambiamento degli stili di vita. A dirlo è l'Agenzia europea dell'Ambiente nel rapporto "Verso una mobilità pulita e intelligente" in cui si rileva che la domanda di trasporto continuerà a crescere: la Commissione europea stima che entro il 2050 il trasporto passeggeri aumenterà di circa il 40%, con l'aviazione come il settore in più rapida crescita, mentre per il trasporto merci è previsto un +58%. Con queste prospettive e con le politiche attuali, nonostante i progressi che gli stati membri dell'Ue stanno facendo, le emissioni di gas a effetto serra dovrebbero aumentare tra il 2030 e il 2050 del 15% rispetto ai livelli del 1990, significativamente superiore al target di riduzione del 60% proposto per il 2050. Certo ci sono innovazioni ma per raggiungere gli obiettivi anche europei bisogna partire dal basso con soluzioni rapide, selezionate e semplici da realizzare come spiega Giuliano Dallò - prof. di fisica tecnica ambientale al politecnico di Milano, coordinatore del gruppo di lavoro efficienza energetica di Kyoto Club, rappresentante di Renael - rete nazionele delle agenzie energetiche locali.

Noi per voi