Effetto giorno31/10/2018

I casi di Emanuela Orlandi e Mirella Gregori

Emanuela Orlandi, residente in Vaticano, era svanita nel nulla il 22 giugno 1983. ...

  • di Daniele Biacchessi

Emanuela Orlandi, residente in Vaticano, era svanita nel nulla il 22 giugno 1983.
Mirella Gregori era invece scomparsa poco prima, il 7 maggio 1983.
Negli anni, per la sparizione della Orlandi le indagini hanno toccato ambienti dell'organizzazione terroristica Lupi grigi di Alì Agca, la nebulosa dei servizi segreti, uomini legati alla Banda della Magliana.
I pm avevano chiuso le indagini, ma il procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo non aveva condiviso alcuni aspetti della richiesta di archiviazione e aveva richiesto la revoca dell'assegnazione del procedimento.
In queste ore è arrivata una probabile svolta.
Villa Giorgina, nel quartiere Pinciano, a Roma, è la sede della nunziatura apostolica in Italia.
Il parco circostante occupa un'area di 20.000 metri quadrati ed è delimitato da un muro di cinta lungo via Po, via Salaria, largo Ponchielli, via Peri e via Caccini. L'edificio non è aperto al pubblico.
Proprio qui sono state rinvenute ossa riconducibili a due persone, ma non è detto che siano quelle di Emanuela e Mirella.
Non è la prima volta, del resto, che si sono riposte speranze.
Era avvenuto nel 2012, dopo l'esumazione dei resti di Renatino De Pedis, il boss della banda della Magliana ritenuto coinvolto nel rapimento e nell'uccisione della figlia del dipendente Vaticano.
Era stato sepolto nella cripta della chiesa di Sant'Apollinare, dove vennero trovate circa 400 cassette di ossa: vennero fatti test e analisi che non portarono a niente.
La gran parte di quei reperti era antico, di eta' pre-napoleonica.
Emanuela e Mirella oggi avrebbero 50 anni.
Le loro famiglie chiedono ancora verità e giustizia.

Noi per voi