L'altra Europa10/03/2017

Beatrice Covassi: "Ecco gli scenari prospettati da Juncker nel Libro Bianco sul futuro dell'Europa"

"La sorpresa è stata che abbiamo giocato d'anticipo e che già il primo marzo la Commissione è uscita con il Libro Bianco...

"La sorpresa è stata che abbiamo giocato d'anticipo e che già il primo marzo la Commissione è uscita con il Libro Bianco. Un documento che ha suscitato delusione in coloro che speravano di vedere delle proposte sulle politiche piuttosto che sul processo ma che, invece, intende proprio definire il perimetro delle discussioni che avranno luogo nei prossimi mesi a partire dal 25 marzo a Roma" a parlare ai microfoni de L'altra Europa è la Rappresentante in Italia della Commissione europea Beatrice Covassi, che presenta così la riflessione, esposta dal presidente Juncker, sullo stato dell'Unione post-Brexit entro il 2025.
"La Commissione con questo libro bianco ha identificato cinque scenari diversi. Il primo scenario è chiamato 'Avanti così': continuiamo con il metodo attuale, ovvero 10 priorità, poche iniziative legislative senza espandere le competenze comunitarie. Il secondo scenario è 'Solo mercato unico', una possibilità che però, come ha dichiarato Juncker in Plenaria, non è sufficiente. Il terzo è 'Chi vuole fa di più', ovvero l'Europa a due velocità o l'Europa a cerchi concentrici. È uno scenario già di attualità e, secondo me, sarà una soluzione probabile nella difesa. Il quarto scenario è 'Fare meno in modo più efficiente', vuol dire che gli Stati membri dovrebbero mettersi d'accordo su quali aree si va avanti e si va più in fretta. È una via che presuppone un accordo politico, un esempio è la Guardia Costiera e di Frontiera europea, realizzata in soli nove mesi sulla spinta di una forte volontà politica. La quinta via è quella del Sogno federalista di Altiero Spinelli e del Manifesto di Ventotene, ricordato anche nel Libro Bianco: fare di più insieme, decidere di andare avanti con un'unione economica e monetaria, una politica estera unita e iniziare a dar vita a uno stato più federale".

Ascolta anche

Noi per voi