27/04/2016

Arrivano le buste arancioni, Confesercenti: "Tanti i cittadini che integreranno la loro pensione"

L'Inps invierà le prime centocinquantamila lettere per informare gli italiani sulla data della loro probabile pensione...

  • di Edoardo Sirignano

Iniziano ad arrivare le prime buste arancione. L'Inps invierà le prime centocinquantamila lettere per informare gli italiani sulla data della loro probabile pensione e sul valore del loro assegno. Le buste saranno inviate su tutto il territorio nazionale. L'invio delle missive, inoltre, sarà casuale. Le spedizioni, comunque, saranno dirette soltanto a coloro che non sono digitalizzati, ovvero che non sono muniti del codice pin dell'Inps oppure della password unica che permette l'accesso online ai diversi servizi della pubblica amministrazione.

"Tutte le iniziative che portano informazione ai cittadini - dichiara Rosario Trefiletti - presidente nazionale di Federconsumatori - assumono un valore positivo. Ci sembra, comunque, che queste missive rischiano di diffondere anche dati piuttosto aleatori. Nella vita di un lavoratore, però, esistono momenti imprevedibili. Basti pensare ai licenziamenti, ai cambi di mansione o di fenomeni che riguardano l'intero tessuto economico. Questa informativa, inoltre, può essere utile per rendere protagonisti i giovani nello sviluppo del Paese".

L'operazione, però, potrebbe spingere anche tanti ad integrare la propria pensione. "Il sospetto di Confesercenti - spiega il rappresentante di categoria - è che in tanti utilizzino questo strumento per agevolare la diffusione ad assicurazioni private o forme di previdenza integrativa".

Noi per voi