Lo studio del greco e del latino ci permette di capire quello che siamo | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Lo studio del greco e del latino ci permette di capire quello che siamo

L'INTERVISTA
Spesso si dice che lo studio del greco e del latino sia inutile, in quanto si tratta di lingue morte. In loro difesa scendono in campo due testi usciti quasi contemporamente: "Viva il latino. Storie e bellezza di una lingua inutile" di Nicola Gardini (Garzanti, 240 p., € 16,90) e "La lingua geniale. 9 ragioni per amare il greco" di Andrea Marcolongo (Laterza, 176 p., € 15,00). La lingua serve per esprimere un'idea di mondo, ma il mondo irripetibile della Grecia antica non esiste più – spiega Andrea Marcolongo. Il greco antico non esiste più, ma esistono i loro testi e sta a noi capirli, fidandoci di noi stessi e mettendoci nei panni "linguistici " dei greci. Si tratta quindi di una lingua che permette di aprire la mente – conclude la Marcolongo. Riguardo invece alla presunta inutilità del latino, Gardini spiega che la dimostrazione della sua utilità dovrebbe essere basata sulla convinzione che il latino è una parte fondamentale della conoscenza ed è un arco di volta di tutta una serie di saperi. Per secoli infatti il latino ha veicolato la morale europea, e lo studio di questi testi permette un confronto continuo con la diversità e con la complessità – conclude Gardini.

RECENSIONI
"Processo al liceo classico" a cura di Ugo Cardinale e Alberto Sinigaglia
(Mulino,168 pp., € 15,00)

"Gesuiti - La compagnia di Gesù ieri e oggi" di Giuseppe De Rosa
(Edizioni Ancora, 144 pp., € 14,00)

"Le parole del Papa da Gregorio VII a Francesco" di Alessandro Barbero
(Laterza, 114 pp., € 16,00)

"Il conclave" di Robert Harris
(Mondadori, 268 pp., € 20,00)

"C'è un dopo? La morte e la speranza" di Camillo Ruini
(Mondadori, 200 pp.., € 19,00)

IL CONFETTINO
"Gli eroi i miti e le leggende dell'antica Grecia" a cura di Luisa Vallardi
(Vallardi, 112 pp.., € 14,00)

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast