La Serie A non si ferma | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

La Serie A non si ferma

Non si placa, come è giusto che sia, l'onda lunga degli scontri di mercoledì sera a Milano prima di Inter-Napoli (che hanno causato la morte del tifoso Daniele Belardinelli) e degli ululati razzisti all'indirizzo del difensore partenopeo Kalidou Koulibaly nel corso della stessa gara. L'Inter giocherà almeno le prossime due partite in casa a porte chiuse e una terza con il secondo anello verde privo di spettatori, e Spalletti accetta la sentenza "se è quello che serve per giocare in contesti più sicuri". Sull'argomento è intervenuto anche il premier Conte, secondo il quale è "giusto dare un segnale forte", con allusione all'eventualità (smentita però dal Presidente della FIGC Gravina) di fermare il campionato. Di avviso diverso il Ministro dell'Interno Matteo Salvini, secondo cui fermarsi sarebbe sbagliato nei confronti della maggior parte dei tifosi pacifici. Convocati Fabrizio Roncone (Corriere della Sera) e il vice-presidente UEFA Michele Uva, con il quale facciamo il punto anche sulla situazione sicurezza in ambito internazionale. 

Passando invece al calcio giocato, ci concentriamo sull'esplosione di Nicolò Zaniolo, giovane centrocampista della Roma in gol nell'ultimo turno contro il Sassuolo con uno "scavetto" di tottiana memoria. Convocato Stefano Vecchi, che ben conosce il gioiellino giallorosso avendolo allenato nella primavera dell'Inter

Ancora una serata storta in Eurolega per l'Olimpia Milano: a Tel Aviv il Maccabi ha la meglio in una gara tiratissima ma che segna la fine del girone di andata della Regular Season con 7 vittorie e 8 ko. Nel frattempo, Torino saluta Larry Brown: è risoluzione consensuale. Convocato l'ex cestista Mario Boni.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast