Cronaca nera: la tv condiziona le sentenze? | Radio24
Ora in diretta

Condotto da

Cronaca nera: la tv condiziona le sentenze?

"Il processo mediatico condiziona le decisioni dei giudici inevitabilmente".
E' stato davvero così? Davvero l'iter di un processo può risentire, fino ad esserne condizionato, degli umori collettivi e ancor di più delle campagne mediatiche? C'è anche solo il minimo dubbio che possa essere successo questo nel caso di Avetrana, uno dei delitti più mediatici e torbidi degli ultimi tempi? Cioè che possa essere successo - come ritengono gli avvocati - che la dimensione televisiva dei protagonisti possa aver influenzato i verdetti contro di loro, fino a farli condannare, anche se innocenti?
Se ci pensate, anche solo ipotizzare uno scenario del genere fa venire i brividi. Soprattutto perché qui si parla di condanne al carcere a vita. Ma da Cogne, ad Erba fino ad Avetrana - mentre lo share della cronaca in tv sale ancora -- il tema del processo mediatico si ripropone. Costante. E finisce con l'essere una delle questioni centrali delle politiche sulla giustizia. come già emerso anche durante l'inaugurazione dell'anno giudiziario. E in questa puntata di Storiacce - sabato 21.30 - cercheremo anche di capire se e come la forte pressione dei media - a cominciare dalla tv - influenzi sull'azione dei magistrati.

per ascoltare i contenuti multimediali
installa adobe flash player

Rating:

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast