Il paradosso del carcere | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Il paradosso del carcere

Per tutta la vita Luigi Pagano ha provato a risolvere il suo "paradosso": permettere con l'isolamento del carcere il reinserimento dei detenuti, fuori dal carcere. E ora che ha lasciato l'amministrazione penitenziaria, questo storico direttore di San Vittore, poi numero due del Dipartimento per l'amministrazione penitenziaria e alla guida di tutti gli istituti penitenziari lombardi, è arrivato alla sua conclusione: "le celle sono anacronistiche. Bisogna pensare a pene alternative, a cominciare ad esempio per i tossicodipendenti, che sono la maggioranza dei detenuti". E con lui il carcere è cambiato moltissimo. Nella sua lunga carriera, questo napoletano adottato da Milano, che gli ha conferito anche l'Ambrogino d'oro, ha visto scorrere anche una parte della storia d'Italia: dal terrorismo, alla guerra di mafia, fino ai crolli della Prima Repubblica con Mani Pulite e ai cambiamenti del carcere attuale. Pezzi di storia che Luigi Pagano ha incrociato, insieme ai diretti interessati.

Puntata precedente
Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast