Ridere della malattia: tabù o necessità? | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Ridere della malattia: tabù o necessità?

In rete rimbalzano molti casi di truffa ad opera di persone che, fingendo di essere malati e sfruttando la sensibilità delle persone, si arricchiscono con donazioni ed offerte milionarie. Il più recente di questi casi riguarda una ragazza americana, Miss Pennsylvania 2015, che per oltre due anni ha finto di avere il cancro, intascando migliaia di dollari in beneficenza che sarebbero dovuti servire per curare la sua malattia. La truffa, che per fortuna non rimarrà impunita, evidenzia il tema della speculazione sulla malattia, in un periodo storico che ci vede assistere ad un uso sempre più disinvolto del racconto "leggero" della malattia, ad opera di comici e personaggi dello spettacolo affetti (e non) dalla malattia.

Ma quanto giova questa sdrammatizzazione ai malati veri e propri, lontani dai riflettori ma ben consci della loro situazione? Dovremmo superare il tabù che rappresenta l'argomento "cancro", che per fortuna non è più solo un male incurabile, o rimane un argomento "serio", da maneggiare con attenzione per preservare il rispetto per i malati? Ne parliamo con Maria Giovanna Luini, medico responsabile della comunicazione scientifica dell'Istituto Oncologico Europeo, e con Vincenzo Di Candido, Presidente del Gruppo Regionale della Lombardia della Società Italiana di Radiologia Medica.

A seguire, parliamo di simboli nazionali, in particolare delle bandiere. Cosa rappresenta l'identità di un Paese, unendo un popolo? Certamente l'inno nazionale, ma forse ancor di più, la bandiera. C'è un paese, la Nuova Zelanda, che ha deciso di cambiare proprio questo simbolo. Da una parte perché è molto simile al drappo australiano, dall'altra perché alcune sue parti, come l'Union Jack, rappresentano un retaggio del passato status di colonia britannica. Da qualche settimana è iniziato nel Paese dei kiwi un dibattito online per scegliere una nuova bandiera. In attesa di due referendum, annunciati in autunno, ai cittadini è stata data la possibilità di caricare i propri disegni in una galleria online sul sito del governo.

Ma la bandiera è ancora un simbolo di un Paese e dell'unità di un popolo? Cambiereste la vostra bandiera e, se sì, come la vorreste? Ne parliamo con Mr Peter Robert Bennett, ex ambasciatore neozelandese in Italia, con Flavio Livio Marchetto, Presidente dell'associazione "Bandiere Storiche" e con Mohamed Tailmoun, portavoce nazionale Rete G2.

In chiusura, il dramma umanitario dello Yemen, un Paese scosso in questi giorni da violenti conflitti, nell'indifferenza di molta stampa. Ne parliamo con una testimone d'eccezione: Lamia Bezer, chirurga italiana e responsabile medico dell'ospedale di Medici Senza Frontiere ad Aden, Yemen.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast