NotarChain: chi ha detto che i notai hanno paura della BlockChain? | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

NotarChain: chi ha detto che i notai hanno paura della BlockChain?

Si chiama NotarChain ed è il primo tentativo di applicazione della tecnologia blockchain - a cui stiamo dedicando lo speciale smart city di questo mese - al mondo del notariato.
Come abbiamo visto nelle puntate precedenti, la blockchain è in pratica un database peer to peer che risiede sulla rete e che permette di gestire in modo sicuro dati e transazioni di ogni tipo, senza bisogno di un soggetto terzo che faccia da garante (parliamo di dati sanitari, transazioni finanziare, registri di proprietà). Tuttavia, blockchain pubbliche come quella su cui è basato Bitcoin non assicurano né che i dati siano corretti all'origine, né la possibilità di enforcement (come per esempio il sequestro di un bene registrato).
Ed è qui che rientra in gioco una categoria come quella dei notai, che oggi si sta esercitando a utilizzare la boclkchain in un caso di protezione della proprietà intellettuale.
Ne abbiamo parlato con il notaio Giampaolo Marcoz.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast