Organ on chip: un fegato artificiale per testare nuovi farmaci | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Organ on chip: un fegato artificiale per testare nuovi farmaci

Per ogni mille molecole che vengono messe alla prova, solo una, in media, finisce per diventare un farmaco dopo 10 o 20 anni ricerche costate di centinaia di milioni di euro. I fallimenti sono messi in conto, nella ricerca farmacologica, ma quando sono troppi, il loro costo finisce per ribaltarsi negativamente sul prezzo dei farmaci che si rivelano efficaci, facendolo lievitare paurosamente.
Tra le principali ragioni di questa situazione c'è la mancanza di un ambiente di test intermedio tra la semplice coltura cellulare e l'organismo vivente, per cui si passa dal testare una molecola su singole cellule direttamente al test su animali, e da lì all'uomo, ma sempre con tantissimi fallimenti di mezzo. Ecco perché nei laboratori di tutto il mondo si punta a sviluppare tessuti o organi artificiali, che possano costituire un valido ambiente intermedio per testare un farmaco, con costi e tempi ridotti, e senza sacrificare animali. Come l'organ on chip, per la precisione un fegato, messo a punto da Giuseppe Barillaro all'Univ di Pisa

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast